L'oro del mare che stregò l'olfatto.

L'ambra grigia è una delle materie prime più antiche ed affascinanti della profumeria. Il suo carattere mitico è legato alla sua provenienza ed il lungo processo che la trasforma da secrezione animale a vero e proprio tesoro dei mari; ma ancora di più all'utilizzo che nel corso dei secoli si è fatto di questo "oro".
Le sue proprietà erano conosciute fin dai tempi antichissimi quando ancora il concetto moderno di profumo non esisteva e con questo termine si intendeva esclusivamente lo sprigionamento di un odore tramite la combustione di un prodotto ed il successivo rilascio di fumo (dal latino per fumum, attraverso il fumo). Alcuni riti religiosi consistevano nel bruciare legni e resine come dono agli dei, i quali potevano essere raggiunti dai fumi sprigionati.
La forte persistenza del profumo naturale dell'ambra grigia le ha conferito un immenso successo nel settore della profumeria e per questo, è spesso utilizzata nelle note di fondo delle formulazioni. Poiché la sua formazione necessita di lungo tempo, la disponibilità della materia prima, a confronto con il largo utilizzo e la richiesta, risulta essere ridotta; nel 1950 l'azienda Firmenich sintetizzò chimicamente la molecola dell'Ambrox dall'ambreina, consentendo una produzione continua in grado di rispondere alla grande richiesta.
Ambre Gris
image/svg+xml
note orientali
note di terra
In natura

In natura

L'ambra grigia - così chiamata per distinguerla dalla più comune ambra di derivazione vegetale - è prodotta dal capodoglio come secrezione intestinale. La materia appena espulsa ha caratteristiche di colore, consistenza ma soprattutto odore, ben lontane da quelle del prodotto utilizzato in profumeria. Il sole e l'ossidazione naturale operata dall'acqua marina devono operare la loro "magia" per diversi anni prima che la materia si solidifichi e, arrivando vicino le coste dei paesi tropicali, possa essere raccolta. Il singolare processo di produzione e lavorazione della materia prima, operato unicamente dalla natura e per questo piuttosto lungo e non programmabile, unito alle straordinarie ed affascinanti proprietà odorose che ho indicato prima, conferiscono da secoli alll'ambregris un'aura mitica, ormai per tutti, simbolo di glamour e allure.

Curiosità

  • La proprietà più conosciuta è quella afrodisiaca per la quale si narra che Casanova fosse solito discioglierla nelle bevande una volta la giorno

  • Per lo stesso scopo il Re Carlo II di Inghilterra era solito consumarla sulle uova

  • Gli egiziani furono tra i primi ad utilizzare le fumigazioni di ambra grigia a scopo terapeutico

  • Sia in fumigazioni che per ingestione, l’effetto medicale era paragonabile ad una moderna cura di estrogeni

  • Durante il Medioevo, si riteneva che inalare l'ambra avrebbe preservato dalla peste grazie al suo odore forte e persistente

La mia Ambre Gris

La mia Ambre Gris

Materia nobile ed al contempo uno dei simboli della storia della profumeria, il mio naso non poteva non posarsi su di lei. Ed è stato subito amore! L'ho incontrata nel mio percorso di ricerca e riscoperta delle materie prime e ho voluto esaltarne le note più fiorite e legnose, mettendo meno accento sulle sfaccettature animalizzate, in modo da renderla più elegante e rotonda, meno invadente. Dalle note di testa del limone e del pepe rosa, a quelle fiorite del cuore di gelsomino e rosa bulgara, il tutto prepara l'arrivo della regina: l'ambra, con tutta la sua sensualità! Così è nato il mio Ambre Gris, per essere amato da tutti: uomini e donne. Per portarti per mano in giro per il mondo, toccando con le sue note olfattive: Marocco, India, Bulgaria, Italia; regalandoti la possibilità di viaggiare con la mente sempre accompagnato dall'eleganza.

Scopri la mia storia nel mondo dei profumi

Evoluzione dellaForma